Exit

Up next


Lo sfogo di un giovane imprenditore: "A breve la fame diventerà più pericolosa del virus"

377 Views
MidaRiva
42
Published on 20 Apr 2020 / In Economia

Salve, mi presento sono Domenico Pappalettera Amministratore dell’Azienda “Jolly Event & More… S.R.L.S”. Azienda giovane, inaugurata da circa 19 mesi, nata grazie l’accesso al bando “Resto al sud” (regione mia nativa alla quale sono legato e di conseguenza nella quale voglio continuare a viverci in modo DIGNITOSO). Per questa Azienda, che avrebbe dovuto realizzarmi professionalmente e garantirmi un futuro, non solo ho investito tutti i miei risparmi… Cosa più grave, mio padre mi ha fatto da garante. Questo triste periodo, causato dall’emergenza sanitaria, impone la chiusura dell’Aziende. Fra esse anche la mia, che vive di collaborazioni con altre attività quali ristorazione, pizzerie, discoteche etc., si ritrovano a vivere e subire una grave sofferenza economica. Siamo totalmente inattivi da fine febbraio… Le tasse, il mutuo e spese bancarie (che continuo a vigere con introiti pari a zero) non si fermano!!! “Galoppano” all’impazzata e noi impotenti a tutto questo non sappiamo come fare… Non abbiamo vie d’uscita, dopo tanti sacrifici, non conoscere il destino della mia Azienda, della mia vita, rende la nostra esistenza frustante. Tutti noi piccoli e grandi imprenditori abbiamo un estremo bisogno, di ripartire con la consapevolezza di essere tutelati e salvaguardati. Non vogliamo vedere morire le nostre Aziende, i nostri sogni con tutto ciò che abbiano investito. Ho appreso che i miei servizi aziendali potranno essere attivi, con le relative restrizioni, a partire dal Marzo/Aprile 2021. Come posso sopravvivere, senza fatturato, fino al 2021? Come posso far fronte alle tasse che continuano ad arrivare? Come posso pagare il mutuo? SENZA ALCUN TIPO DI ENTRATA COME POSSO VIVERE? Per non parlare della ripartenza quando ci sarà!!! Vi pensate possa essere facile dopo tutto questo tempo, che la gente ricominci a vivere come prima? (feste private, feste di piazza, divertirsi in discoteca). Fin da piccolo ho sempre lavorato, sono partito da zero e con impegno e tanti sacrifici ho creato ciò che più desideravo. Lavorare, dare lavoro, creando team e più sinergie possibili!!! Ora mi ritrovo a patire dinnanzi il “fronte” del silenzio e dell’incertezza più totale elargita dalle Istituzioni!!! Mi sento solo e soffocato dalle scadenze dei vari pagamenti. Nella sfortuna più totale, mi ritengo comunque fortunato, in quanto vivo ancora a casa dei miei genitori. Provate ad immaginare se avessi avuto una casa di mia proprietà, una famiglia con DEI FIGLI… DITEMI VOI TUTTI, come avrei potuto fare? Tutto questo mi porta a piangere e non me ne vergogno a renderlo noto… Non esiste giorno che io non pensi a questo disagio. Ogni misero giorno mi risveglio con la paura ed il pensiero che non potrò affrontare il futuro. Un futuro che finalmente, dopo tanti corsi imprenditoriali e tanti sacrifici, sono riuscito a creare. Ditemi voi, come vi sentireste? Come vi sentireste se al posto mio ci fosse uno dei vostri figli? Penso di avere IL DIRITTO di vivere con DIGNITA'. Vivere con la paura che un domani mi vedrò costretto a compiere gesti estremi, all'incapacità di gestire i debiti. Non è assolutamente giusto! Mi avvalgo di citare L'articolo 2 della costituzione italiana che recita «La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo». Si tratta di diritti che sono propri della persona e che lo Stato si limita a riconoscere e a difendere. Si tratta del diritto alla vita, alla libertà, alla sicurezza della persona, all’eguaglianza. Per rendermi utile di fronte questa emergenza, ho fondato un’associazione di raccolta fondi "Proteggiamo chi ci aiuta" per l’acquisto dei dispositivi individuali di protezione in sostegno al personale medico e alle forze dell’ordine. In un mese abbiamo raggiunto grandi risultati e ricevuto gratifiche importanti riguardo il nostro operato. Tutto ciò, però, non ha lenito i miei timori, le mie preoccupazioni… Non sono, ancora adesso, sicuro del sostegno da parte del Governo. Solo di una cosa sono sicuro: Non ho nessuna intenzione di arrendermi!!! Ma per tutto ciò ho un assoluto bisogno di qualcuno che mi dia una mano… Nella speranza che questa lettera possa aprire i cuori di chi dovrebbe tutelarci ed ancora essere utile a tutte le persone che vivono la mia stessa situazione, auguro un grande in bocca al lupo a tutti!!!E attenzione, a breve la fame diventerà più pericolosa del covid-19#andràtuttobene (ce lo auguriamo tutti)Domenico Pappalettera

Show more

telegram

0 Comments sort Sort By

Up next