L’Unione Europea e quegli 800 miliardi di Eurobond: cosa sono davvero e perché preoccuparsene

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Negli ultimi cinque anni governare l’Unione Europea è diventato veramente un esercizio di pensiero fantasioso.
Se all’inizio del suo mandato qualcuno avesse predetto a Ursula von der Leyen un #Eurobond da 800 miliardi di euro o l’ingresso dell’#Ucraina nell’#UE, avrebbe forse pensato ad uno scherzo. Eppure gli illuminati leader di questa Unione, tra le loro contraddizioni si distinguono particolarmente nell’affare Ucraina. Un giorno annunciano con grande pompa magna i negoziati per l’ingresso, poi si dimenticano di tradurre pragmaticamente le parole in azioni concrete, rendendo la credibilità di queste trattative più dubbiosa di un reality show.

Forse si pensa che dovremmo smettere di difendere l’Ucraina solo per motivi di valori e forse iniziare a pensare anche ai nostri interessi. D’altra parte, nell’eventualità di perdere quella guerra, se noi la perdiamo, intendendosi l’Unione Europea che tifa per l’Ucraina, Vladimir Putin potrebbe finalmente realizzare il suo sogno di vedere disgregata l’Unione Europea.

Insomma, la chicca del giorno sembrano essere questi 800 miliardi di Eurobond.
Magari qualcuno un giorno avrà la pazienza di spiegare che gli Eurobond sono dei titoli garantiti collettivamente da tutti gli Stati e dal bilancio dell’Unione Europea. In verità, questi altri – ahimè – sono garantiti in modo pro quota da ciascuno Stato attraverso il bilancio dell’Unione Europea. Una sottile differenza che sicuramente farà riflettere qualcuno.
#economia

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Condividi: