No, ora non starete qui a spiegarci che “l’Iran in fondo se l’è cercata”

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

A #Damasco, in #Siria, Israele ha sganciato bombe nei pressi dell’ambasciata dell’Iran. E ha ucciso un comandante dei #Pasdaran. #Teheran ha annunciato senza esitazione che la risposta dell’Iran sarà molto dura.
E quanto leggiamo sui giornali di questi giorni? È accaduto in effetti che Israele ha lanciato delle bombe in Siria, dunque in uno stato sovrano, di fatto colpendo l’ambasciata iraniana e causando la morte di un comandante dei Pasdaran. Provate un poco a immaginare se fosse stata, che ne so, la #Cina a colpire un’ambasciata occidentale, magari americana, con le bombe lanciate in uno stato sovrano o pensate se fosse stata la #Russia o la Corea del Nord.
Ci sarebbe stata, giustamente, un’ondata di indignazione e di condanna a reti unificate. Invece, dato che a farlo è stato Israele, per definizione assunto come il Regno del Bene, e lo ha fatto contro l’Iran, per definizione presentato come il Regno del Male, e di più lo ha fatto nella Siria, anch’essa intesa come il Regno del Male, allora tutto va bene. Nessuna indignazione, nessun moto discontento, nessuna condanna unanime e ferma da parte dell’#Occidente.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Condividi: