Poste Italiane verso il baratro della privatizzazione: smantellare non risolverà i nostri problemi

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

E così il governo italiano cede un’altra quota di poste italiane, nonostante ci siano critiche, diciamo perplessità da parte dei sindacati e di diverse forze politiche.
Il ministro Giancarlo #Giorgetti afferma che è necessario mantenere il controllo di almeno il #35%, ma poi non esclude la vendita completa della quota ministeriale. Quello che solleva dubbi sulla validità economica è il fatto che il rendimento delle operazioni riferenti le azioni di poste italiane supera il 6%, mentre il rendimento medio del valore dei titoli di Stato italiano è inferiore al 4%, per cui la vendita potrebbe comportare una perdita di dividendi per il tesoro superiore al risparmio sul debito pubblico, quindi a una ragione di calcolo economico. Ebbene, nonostante le critiche, pare proprio che l’operazione proceda, soprattutto considerando gli interessi dei grandi #investitori internazionali e anche probabilmente i #bonus che vengono dati ai #manager legati alla riduzione dei comparti in perdita.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Condividi: